Crea sito

1560, il Comune cede in affitto il mulino di Porta Tre Monumenti

Il 29 settembre 1560 il Comune, che lo aveva fatto costruire a proprie spese, stipulò il contratto con cui concedeva in affitto il mulino di Porta Tre Monumenti (Porta Spoletina) al cittadino Fausto Monti. Si trattava di un contratto che prevedeva un canone piuttosto basso. Al punto che, pur se quel contratto era stato approvato dal Comizi Municipali il 6 ottobre, pochi giorni dopo esso fu disdetto proprio dal Consiglio che, ripensandoci, lo giudicò “enormemente lesivo allo interesse Municipale”. C’erano state infatti altre offerte di maggiore consistenza.

Il Comune perciò, risolto il contratto con Monti, ne stipulò un secondo con Paolo Conticelli ad un prezzo di affitto più che doppio.

FONTE

Lodovico Silvestri, “Antiche Riformanze della città di Terni”, a cura di Ermanno Ciocca. Ed Thyrus.