Crea sito

1614, arriva il vescovo Rapaccioli: il Comune spende mille scudi per arricchire la Cattedrale

Il cardinale Rapaccioli era nato a Collescipoli
Il cardinale Angelo Rapaccioli, vescovo di Terni

Erano soddisfatti a Terni per la designazione del cardinale Rapaccioli a nuovo vescovo. Tanto che il consiglio municipale, il 29 settembre del 1614 quando la decisione fu comunicata, manifestò tutto il proprio favore decidendo un donativo di 500 scudi per Chiesa ternana.

Ma nella riunione successiva, il 14 ottobre 1614, il consiglio municipale ternano andò oltre, Constatato che la cattedrale era totalmente sprovvista di arredi sacri o che comunque essi “non erano tali che fossero in armonia con la decenza e coi riguardi dovuti ad un Vescovo che indossa la Sacra Porpora”, votò la risoluzione di mettere a disposizione la somma di mille scudi “da prendersi anco a debito”, per procurare arredi sacri acconci.

Non solo: il consiglio incaricò due cittadini ternani che si trovavano a Roma a recarsi “a baciare i piedi del Santo Padre e ringraziarlo da parte di tutta questa devota città dell’alto dono che erasi degnato di compartire alla nostra chiesa cattedrale mandando a governarla un E.mo porporato di che non era stato mai esempio a memoria d’uomini”.

FONTE

Lodovico Silvestri, “Antiche Riformanze della città di Terni”, a cura di Ermanno Ciocca. Ed Thyrus.