1925, moto a Perugia: in gara Nuvolari, Varzi e Taruffi ma vince Saetti

Achille Varzi

Il meglio del motociclismo italiano si presentò al via, il 17 maggio 1925, a Perugia dove si disputava il quarto circuito motociclistico perugino di velocità. La gara era infatti valevole come seconda prova del campionato tricolore. Il percorso era: Rettilineo di Piano di Massiano, Colonnino, Stazione Fontivegge, San Sisto, Strozzacapponi, Ellera, Olmo, Ferro di Cavallo, Piano di Massiano per un totale di 16 chilometri e 400 metri da ripetersi 12 volte dalle moto della categoria fino a 250 cc di cilindrata (km totali 196,800) e 18 volte per quelle di 350 e 500 cc per un totale di km 295,200.

Le partenze iniziarono all 9 precise dal quarto chilometro del rettilineo. Lì erano state realizzate tribune capaci di accogliere le centinaia di spettatori che assistettero alla gara. Anche perché di lì ad una settimana su quello stesso circuito era in programma la seconda edizione della corsa automobilistica della Coppa della Perugina. L’organizzazione aveva pensato anche a tutto il resto: il parco auto, i boxes che si trovavano dirimpetto alle tribune, una torre alta 25 metri destinata ad ospitare il cronometraggio, le postazioni radio telefoniche, le segnalazioni, provvedendo inoltre alla sopraelevazione delle curve per permettere ai corridori di sviluppare velocità più elevate.

Fin dai primi giri si registrarono vari ritiri: quelli di Rava e Panella tra le moto 250, e di Roccatani e Rogai, il quale forò entrambe le gomme poco dopo la partenza, tra le 500. Al terzo giro transitò in testa Primo Moretti, davanti a Saetti e Ghersi. Saetti passò a condurre le danze al sesto giro mentre Moretti era secondo inseguito da Achille Varzi. “Al nono giro Moretti si attarda – scriveva sul Corriere della Sera il cronista – e Saetti, sempre in testa, è seguito da Nocchi e da Nuvolari e fino a questo punto la velocità è notevolissima, raggiungendo l’andatura sorprendente di quasi 97 chilometri orari”.

Al 12. giro terminò la corsa delle 250, mentre le altre moto proseguivano. Al tredicesimo giro Ricci cadde e fu costretto al ritiro mentre Saetti continuava la propria gara in testa, inseguito da Nuvolari e Nocchi. “La corsa procede animatissima – continua il cronista – fra la viva attenzione del pubblico. Non avviene alcun incidente grave, ma si verificano altri ritiri tra cui quelli di Mariani, Rossi, Foschini, Bernardini”. Un istante di gloria lo lascia ai cronometristi, “i sigg. Ottolini, Radice e Bedarida” i quali hanno cronometrato “ben 568 passaggi”.

Le classifiche

Maffeis

Categoria 250 – Maffeis (Maffeis) in 2h30’38” 4/5 (media km 78,382); 2) Piana 2h37’13”; 3) Bianchi 2h39’25” 1/5; 4) Benelli; 5 Gianoglio. Giro più veloce Maffeis in 11’49”2/5 (nedia km 83,281).

Categoria 350 – 1)Nocchi (AJS) in 3h 24’25”3/5 (media km 86,682); 2) Angelo Varzi 2h29’43” 2/5; 3) Barsanti 3h30’47”1/5; 4)Nuvolari; 5) Manetti. Giro più veloce P.Ghersi in 10’31”4/5 media km 93,447).

Categoria 500 – 1)Saetti (Norton) in 3h7’39”2/5; 2)Moretti 3h29’13”; 3) Taruffi 3h 29’59”3/5; 4) Garettoni, 5) Achille Varzi. Giro più Veloce Buzi in 10’1” (Media km 98,236).

Classifiche di campionato dopo la 2. Prova

Cat 250: 1) Maffeis p. 14; 2) Piana p.12; 3) Gianoglio p.8

Cat 350: 1) Angelo Varzi p.12; 2) Ghersi p.8; 3) Nuvolari p.7

Cat, 500 1) Roccatani (p.8), 2) Saetti p,7; 3) Moretti p.6