1938, cento lavoratori jugoslavi in visita alle “grandiose” acciaierie di Terni

Operaie e operai jugoslavi in visita alle acciaierie* (

Cento operaie e operai provenienti dalla Jugoslavia. Nel settembre del 1938 erano in visita in Italia: l’iniziativa era curata dal presidente della Confederazione Fascista dei lavoratori dell’Industria, l’onorevole Tullio Cianetti.

Gli operai jugolasvi furono accompagnati presso i maggiori complessi industriali: a Milano, a Venezia, nell’Italia centrale fecero tappa a Roma. E da qui, accompagnati da Cianetti, il 17 settembre 1938 giunsero a Terni. Con loro anche il console jugoslavo  a Roma.

La comitiva fu accolta dalle autorità cittadine di Terni nonché – riferirono le cronache – “da una grande folla”. Diretti alle “grandiose acciaierie” furono infatti salutati “da una vibrante manifestazione popolare. Gli ospiti, riuniti nella piazza centrale, hanno ricevuto il cordiale saluto delle autorità cittadine, mentre le musiche dopolavoristiche intonavano gli inni della Rivoluzione”. Saliti su alcuni “torpedoni” gli operai juloslavi furono accompagnati a Papigno per visitare la centrale elettrica, e da qui alla “Terni” dove, dopo aver ammirato gli impianti industriali, furono ospitati  per la colazione “nell’immenso refettorio”. Non è menzionata la tradizionale visita veloce alla cascata delle Marmore, mentre si sottolinea quella al Dopolavoro dei sindacati “intitolato a Filippo Corridoni”.

*foto da “La Terni in posa-Immagini dall’Arch. Storico della Società”