1959, Venturi 1° e Liberati 3° alla prima gara di campionato

Il 30 marzo del 1959 era il Lunedì di Pasqua. A Modena si disputava la prima prova del campionato italiano di motociclismo. Libero Liberati l’ex campione del mondo 1957 con la Gilera quattro cilindri, ci riprovava. Appiedato dalla Gilera, ritiratasi dalle gare ufficiali, aveva continuato con la vecchia Saturno monocilindrica, con cui si schierava al via a Modena nella classe regina. Ma quell’anno era anche pilota delle Morini nella classe 250. La Mv le Ducati erano le moto da battere. Nella 500 la casa i Cascina Costa schierava come piloti ufficiali Remo Venturi, lo spoletino amico di Liberati, e Tino Brambilla. Il pronostico fu rispettato: vinse Venturi (che nel 1959 diventò poi campione italiano) davanti a Brambilla. Liberati con la Saturno ottenne un buon terzo posto.

1959
1959: lo squadrone MV. Da sin: Ubbiali, Venturi, Brambila, Vezzalini, Provini

Anche nella clase 250, quella in cui Liberati esordiva in quella occasione, non “andò male”: era in testa alla gara, dopo che il campione italiano in carica Tarquinio Provini con la Mv aveva osato troppo ed era caduto. Era destinato a vincere, sembrava, Libero Liberati. Invece a cinque giri dalla fine il motore della Morini si zittì’. La corsa la vinse Emilio Mendogni, con l’altra Morini ufficiale, davanti a Perfetti, in gara con una Paton, e a Provini classificato a due giri. Liberati fu sesto a 5 giri. Gli restò la consolazione del giro più veloce in gara.

LE CLASSIFICHE

CLASSE 250 – 1. Emilio Mendogni (Morini) in 58’28”9, media 104,559; 2. Perfetti (Paton) a un giro; 3. Provini (Mv) a 2 giri; 4. Marchesani (CM) a 3 giri; 5. Bon (Benelli) a 3 giri; 6. Liberati (Morini) a 5 giri. Giro più veloce il 7. di Liberati in 1’54”4 media 114,146.

CLASSE 500  – 1. Remo Venturi (Mv) in 1h 1’2”9, media 110,899; 2. Brambilla (Mv)a 15”, 3. Liberati (Gilera Saturno) a 1 giro. Giro più veloce il 4. di Venturi in 1’54”5 media 114,545.

CLASSE 125 – 1. Alberto Grandossi (Ducati) in 52’8” media 104,722; 2. Ubbiali (Mv) a 1’9”; 3. Vezzalini (Mv) a 1’21”. Giro più veloce il 7. di Grandossi in 2’2”2 media 107,058

 

 

.

Precedente Pasquale Di Pietro primo ciclista professionista ternano Successivo Sciopero alla fabbrica d'armi per il salario e la pace