Crea sito

1405: con le pietre del Cassero diroccato si ricostruisce la chiesa dello Spirito Santo

Dove si trovasse, a Terni, esattamente la chiesa dello Spirito Santo non si sa. Probabilmente – hanno riferito gli storici – dalle parti della chiesa di San Pietro. Certo è, comunque, che nel 1405 la chiesa era diruta, tanto è vero che il 16 novembre di quell’anno il Senato cittadino di Terni decretò la sua ricostruzione a spese pubbliche nel caso “non fossero sufficienti l’elemosine raccolte per pietà de’ fedeli”, rifesrisce Lodovico Silvestri. La commissione incaricata di portare a termine il compito ebbe le facoltà di usare per la ricostruzione i materiali di un ottirone diroccatoi del’antico Cassero che era di proprietà del Comune, ed anche delle pietre che si fossero trovate nel “fosso” (il fiume Nera) che lo circondava.
Il Cassero, era quello di Porta Romana, la cui datazione originaria si perde nei secoli precedenti. Se all’inizio del 1400 era ridotto a rudere, il Cassero fu ricostruito alla metà del secolo.

Fonte:
Lodovico Silvestri, “Collezione di memorie
storiche tratte dai protocolli
delle antiche riformanze
della città di Terni dal 1387 al 1816″.
Ristampa a cura di Ermanno Ciocca.
Terni 1977, Ed. Thyrus.