Cianetti, da Assisi a Terni e quindi ministro

Cianetti
Cianetti ministro delle corporazioni

19 aprile 1943

Tullio Cianetti, già segretario del fascio a Terni, diventa Ministro delle Corporazioni. Cianetti, sottosegretario allo stesso ministero, prende il posto di Carlo Tiengo che è stato costretto da una salute malferma a rinunciare all’incarico.

Cianetti ministro delle corporzioni

Cianetti, nato in una famiglia contadina di Assisi nel 1899. Ufficiale di artiglieria, durante la prima guerra mondiale, ha combattuto nel Trentino e sul Grappa. E’ tra i primi componenti della squadre d’azione del fasciste e nell’aprile 1921 è tra i fondatori del fascio di Assisi. Segretario a Terni lo diventa nel 1922, e qui costituisce i sindacati fascisti. Nel 1933 è nominato presidente della Confederazione dei sindacati fascisti lavoratori dell’Industria e membro del Gran Consiglio. Nel marzo del 1934 è eletto deputato per diventare sottosegretario al mistero delle Corporazioni nel 1939. Nella seconda guerra mondiale ha combattuto sul fronte greco-albanese al comando della 13. batteria della divisione Julia, guadagnandosi una medaglia d’argento al valor militare.

Vedi anche

⇒Cianetti, una grande carriera grazie a un ceffone

⇒Maceo Carloni e il fascismo d'acciaio