Terni 1414: multe salate contro gli atti di vandalismo

Terni vandalismo

Il 27 gennaio 1414 il senato cittadino di Terni decise di porre una contravvenzione a chi avesse compiuto atti di vandalismo. Il termine, in verità, allora non era ancora usato, ma in ogni modo si sancì una penale di tre fiorini per chiunque devastasse o rompesse muri, siepi, ponti, strade e argini “o commettesse altri simili malefici nelle proprietà tanto pubbliche che private”-

Fonte: Lodovico Silvestri, “Collezione di memorie storiche tratte
dai protocolli delle antiche riformanze
della città di Terni dal 1387 al 1816″. Ristampa a cura di Ermanno Ciocca.
Terni 1977, Ed. Thyrus.