Terni 1940, pugilato al Politeama: vittorie per Farfanelli, Massi e Falcinelli

Giuseppe Farfanelli

Il 25 novembre 1940, dopo un lungo periodo di “astinenza”, per gli appassionati ternani torna una riunione di pugilato a Terni sul ring del Politeama. Match clou, l’incontro di rivincita tra Giuseppe Farfanelli, perugino di nascita ma da anni ternano di adozione, e il romano Fabriani. I due si erano già incontrati sul ring a Roma: vinse Fabriani,  ma Farfanelli non fu convinto del verdetto dei giudici e chiese la rivincita che ebbe luogo a Terni.

Farfanelli era reduce da una brutta sconfitta subita a Ferrara ad opera di Botta. Ma sul ring della Polisportiva Borzacchini si presentò in forma perfetta.

Fu un incontro difficile, con i due pugili in parità fino alla nona delle dieci ripresxe. Nell’ultimo tempo Farfanelli attaccava deciso l’avversario, nonostante fosse debilitato da una ferita allo zigomo sinistro da cui perdeva sangue. Vinse meritatamente, Farfanelli, tra gli appalusi del pubblico ternano.

Amleto Falcinelli

La serata pugilistica si era aperta con quattro match tra dilettanti ternani opposti ad avversari di Roma. Fu l’occasione per il giovane Amleto Falcinelli di ricevere una vera e propria ovazione. Vinse il match contro il romano Barboni messo a terra con un preciso montgante in apertura delle seconda ripresa: Barboni si rialzò al “4” dell’arbitro, ma un diretto di Falcinelli mise fine all’incontro coi secondi del romano che gettavano la spugna in segno di resa. Tra i dilettanti, per i ternani, bella vittoria anche per Lauri che dominò l’avversario.

E vittoria fu pure per Quinto Massi, altro pugile professionista ternano di buona fama, nell’incontro che lo oppose a Mangialardo: da una parte un pugile che contava sulla potenza dei colpi (Massi) e dall’altra un pugile di buonissima tecnica. Vinse la potenza aggiudicandosi nettamente le tre riprese finali delle otto previste dall’incontro: le altre cinque si erano chiuse in sostanziale parità.

I Risultati

 Professionisti

Pesi Leggeri: Farfanelli (Terni kg 61,800) b. Fabriani Roma kg 60,100 ai punti in 10 riprese; Pesi Medi: Romoli (Roma, kg 72,500 )batte Punturi (Roma Kg 69,600) per sualifica alla 4 ripresa; Pesi

Piuma: Massi Quinto (Terni 56,600) b. Mangialardo (Roma kg 56,600 ai punti. in 8 riprese.

Dilettanti

Pesi Piuma: Toti (Terni) e Fantuzzi (Roma) match pari;

Pesi Leggeri: Lauri (Terni) b, Cecconi (Roma) ai punti;

Pesi Medi: De Paolis (Roma) b. Calcagni (Terni) ai punti;

Pesi Mosca. Falcinelli (Terni) b. Barboni (Roma) per getto della spugna alla seconda ripresa.