Crea sito

Tomba “etrusca” lungo la Flaminia alle porte di Terni

Certo se uno dovesse basarsi sulle fotografie che il giornale (Il Messaggero in cronaca di Terni) pubblicò il 16 giugno 1971, troverebbe impossibile riconoscere in quelle che sono praticamente due macchie nere una tomba. Una tomba molto antica che fu ritrovata alle porte di Terni lungo via XX Settembre. Secondo il giornale era quello un tratto della via che si snodava ricalcando il tracciato della strada consolare Flaminia, la qual cosa giustificherebbe la sua presenza visto che i Romani spesso seppellivano i congiunti in tombe mausoleo lungo le strade consolari. Ed in effetti quelli che possono essere considerati resti di una tomba Romana, in quel punto c’erano almeno fino alla metà degli anni 1960, così come risulta dalla foto scattata all’epoca dal fotografo ternano Enrico Valentini

Via XX settembre Terni tomba
Via XX Settembre. Nel cerchio quelli che sembrerebbero essere i resti di una tomba

In quel giugno del 1971 accadde che in un campo si stava scavando per realizzare un poco nobile _ a paragone di quel che si trovò _ pozzo nero. Il contadino, Sestilio Bolloni, affittuario del terre di proprietà delle sorelle Pincini, in mezzo al terriccio ed alle pietre trovò un teschio. Altri particolari non si conoscono se non che sono stati chiamati subito agenti della questura, i quali hanno avvertito la Soprintendenza e che il teschio è stato portato all’ossario comune del cimitero di Terni. Niente si è più saputo della tomba. Oggi i quel punto c’è l’incrocio tra via XX Settembre e la strada per Ponte Allende. Un cunicolo – riferiva il giornale – con la copertura a cappuccina, “tipico – secondo il Messaggero – delle sepolture etrusche”. E se quella tomba fosse stata davvero etrusca sì che si sarebbe potuto parlare di ritrovamento sensazionale. Ma così non era.

Flamia Tomba Cospea scuola XX Settemre
Una foto recente del luogo del ritrovamento
©Riproduzione riservata