Crea sito

Tourist Trophy senza Liberati, la Gilera vince con McIntyre

Mc Intyre con la Gilera al Tourist Trophy del 1957

Il Tourist Trophy, una delle corse motociclistiche più massacranti, spettacolari, ma anche più pericolose si disputa il 3 giugno 1957, un lunedì. E’ una gara valida per il Campionato mondiale, la seconda del 1957. Libero Liberati, però non è al via. All’isola di Man si corre per tutta la settimana. Il 3 giugno si disputa solo la prova delle 350, poi si rinvia tutto al 5 giugno, il mercoledì quando scenderanno sul circuito le 125 i sidecars e le 250. Per la prova della classe regina, la 500, bisognerà aspettare venerdì 7 giugno.
Il Tourist Trophy 1957 comincia dunque con la gara delle 350. Liberati, bloccato da un infortunio, non c’è. Il ternano ha dominato la prima prova del mondiale disputata ad Hockeneim e guida la graduatoria mondiale, ovviamente. Non c’è nemmeno Duke, ancora infortunato dopo l’incidente alla Coppa d’Oro di Imola. La Gilera vince ugualmente però, con McIntyre, che già al primo dei sette giri, pur partendo da fermo stabilisce il record del circuito. Non una pista. Il tracciato è un circuito stradale che dal livello del mare sale fino in cima alla montagna (oltre 420 metri di altezza) per ridiscendere: 37 miglia e più per un giro che le 350 dovranno percorrere sette volte.
Una corsa lunga più di quattrocento chilometri. I concorrenti partono scaglionati, uno alla volta. Chiuso in testa il primo giro McIntyre è superato da Dickie Dale (Guzzi) e John Hurtle (Norton), ma entrambi finiscono a terra a causa di una macchia d’olio. McIntyre, assistito da una grande Gilera non ha più rivali. Vince e appaia Liberati nella graduatoria del campionato mondiale delle 350.
Il 5 giugno 1957 . mercoledì, era una giornata molto attesa dagli appassionati italiani: perché non solo moto nazionali sono in pista, ma anche due dei piloti di punta: Tarquinio Provini e Carlo Ubbiali, il primo con la Mondial, il secondo con la MV Agusta. Ubbiali è il campione mondiale in carica delle 250 ed è proprio questa categoria la prima a gareggiare. Vince una Mondial, ma in sella c’è l’inglese Sanford, mentre Ubbiali,si ritira per noie meccaniche. Sanford precede sul traguardo lo svizzero Taveri. Tarquinio Provini,  partito in ritardo perché la sua Mondial sembrava non volesse mettersi in moto, si lancia in un furibondo inseguimento. Una battaglia sul filo dei secondi tra Sanford, Ubbiali e Provini . Al terzo giro l’inglese transita con 9 secondi di vantaggio su Ubbiali, mentre Provini si avvicina ai due di testa sempre di più, stabilendo il  giro record ad oltre 78 miglia di media. Ma la Mondial non regge tanta sollecitazione: il motore si è zittito nel corso del quarto giro e Provini si ritira. Poco dopo Ubbiali segue la stessa sorte e Sanford s’avvia alla vittoria.

Provini con la Mondial

Meglio va, subito dopo, nella 125. stavolta a cavallo della Mondial vincente c’è Tarquinio Provini. il quale dopo una sfuriata iniziale di Colombo (MV) e Miller (anch’egli su Mondial), passa in testa al secondo giro e mantiene la posizione fino al traguardo
La prova delle 500 regala un’altra vittoria a McIntyre e alla Gilera.  C’è in più un premio speciale di 100 sterline, messo in palio dalla giuria per il primo pilota che raggiungerà la media di cento miglia orarie sul giro. McIntyre al primo giro arriva vicinissimo, 99,99 miglia e sul traguardo precede John Surtees,con la Mv, staccato  di 39”, Walter Zeller con la Bmw è a 1’12”. Al secondo giro McIntyre fa suo il premio di cento sterline girando a 101,3 miglia orarie. Alla fine la media della gara sarà di 99,66 miglia orarie. Mc Intyre precede Surtees  e la Gilera condotta dall’australiano Bob Brown, che approfitta del ritiro di Dale (Guzzi) e di Zeller (Bmw). Mc Intyre passa in testa nella graduatoria del mondiale con 14 punti, davanti a Liberati con 8, McIntyre è infatti arrivato secondo dietro al ternano nel Gran Premio di Germania, prima prova del campionato. Guida la graduatoria provvisoria con 14 punti contro gli 8 di Liberati.

TOURIST TROPHY 1957

LE CLASSIFICHE

CLASSE 500
1. Bob McIntyre (Gran Bretagna) Gilera; 9 giri in 3h.2’22” alla media di miglia orarie 97,86; 2. John Surtees (Gran Bretagna) MV Agusta a 2’07”2/10; 3, Bob Brown (Australia) Gilera; 4. Dickie Dale (Gran Bretagna) Guzzi; 5) Keith Campebell (Guzzi).
Giro più veloce McIntyre in 22,23” alla media di 101,12 miglia orarie.
CLASSE 350
1. Bob McIntyre (Gran Bretagna) Gilera, 2 ore 46’50”2, media 94,99 miglia orarie; 2. Keith Campbell (Australia) su Guzzi, distacco di 3’39”; 3. Bob Brown (Australia) Gilera; 4. John Surtees (Gran Bretagna) Mv Agusta; 5. Eric Hinton (Australia) Norton; 6. Peter Murphy (Nuova Zelanda) AJS.
CLASSE 250
1. Cecil Sanford (Gran Bretagna) Mondial in 1h25’23”, media Km orari 121,984; 2. Luigi Taveri (Svizzera) MV Agusta a 1’58”: 3. Roberto Colombo (Italia) MV Agusta; 4. Frantisek Bartos (Cecoslovachia) CZ; 5. Sammy Miller (Irlanda) Mondial.
Giro più veloce Provini alla media di km.125,525.
CLASSE 125
1. Tarquinio Provini, (Italia) Mondial, 1h, 27’51” alla media di Km. 118,599; ; Carlo Ubbiali (Italia) MV Agusta a 34”; Luigi Taveri (Svizzera) MV Agusta; 4. Sammy Miller (Irlanda) Mondial; 5. Cecil Sanford (Mondial); 6. Roberto Colombo (Italia) Mv Agusta; 7. Frantisek Bartos (Cecoslovachia) CZ.
Giro più veloce Provini alla media di Km.120,796.
SIDECARS
1 Fritz Hillebrand (Germania Occ.) Bmw in 1h30’30” e 4/10.

®Riproduzione riservata