1915, in un hotel di Milano derubata dei gioielli la contessa Caracciotti

Milano, 13 ottobre 1915 –  Derubata a Milano la contessa ternana Anna Caracciotti, cui fu sottratta una valigetta contente gioielli per un valore pari a diecimila lire (quasi quarantamila euro al giorno d’oggi) davanti all’ingresso del Corso Hotel, dove aveva alloggiato. La contessa Caracciotti stava aspettando l’arrivo di una carrozza che avrebbe dovuto accompagnarla alla stazione ferroviaria.

I bagagli erano poggiati in terra vicino a lei, ma quando arrivò la carrozza e fece per salire, la contessa Caracciotti si accorse che mancava una valigetta, il suo bagaglio più prezioso.

derubata
Il Corso Hotel a Milano

Quello stesso giorno un sedicente conte lasciò alla spicciolata il Corso Hotel. Si trattava di un giovane straniero che gli agenti della questura milanese tenevano già d’occhio. Lo rintracciarono a Rapallo, ma su di lui non furono fornite, almeno nell’immediato, altre notizie. Altri due giovanotti furono arrestati in corso Vittorio Emanuele nella capitale lombarda. L’ipotesi era che la contessa ternana fosse stata l’ennesima vittima di una banda organizzata, formata proprio dai tre giovani arrestati e da altri complici, che agiva a livello internazionale.