Crea sito

1985, per Ternana Monopoli rissa in campo: pesanti squalifiche

Una fase dei disordini in campo


Ci andò giù pesante il giudice sportivo contro la Ternana emettendo il 31 ottobre 1985 la propria sentenza. D’altra parte nella partita contro il Monopoli, giocata allo stadio Liberati, la domenica antecedente s’era conclusa in malo modo. La gara valida per il campionato di serie C1 era “delicata” per la Ternana ultima in classifica. Col Monopoli, in casa, c’era fame di punti. Si era al 79’ minuto, il risultato era di 1 a 1, col Monopoli che aveva segnato su calcio di rigore.
Al 79. L’arbitro Di Cola di Avezzano assegnò un secondo calcio di rigore in favore degli avversari dei rossoverdi, per un fallo del terzino Diomedi su Di Michele. Un rigore che in molti giudicarono piuttosto dubbio, convinti che Di Michele fosse caduto soprattutto di suo perché trascinato dallo slancio. Fattostà che il Monopoli passò in vantaggio e scoppiarono subito i disordini. Alcuni tifosi tentarono un’invasione di campo, ma furono respinti dalle forze dell’ordine. Solo uno di loro riuscì a svicolare e ad affibbiare al guardialinee Libertini di Firenze un calcio sulle parti più sensibili. Un calcio ben assestato tanto che il guardalinee dovette lasciare il campo, mentre giocatori e dirigenti delle due squadre si fronteggiavano.