1638, il Comune di Terni nomina un Maestro di Cappella per la Cattedrale

Il 19 marzo 1638 a Terni fu istituito l’ufficio del Maestro di Cappella nella cattedrale cittadina, a spese del municipio. La decisone fu assunta dal Consiglio di credenza che espresse il proprio favore accogliendo la richiesta di Alessandro Capocci, maestro di musica, il quale prestava già opera in duomo.

Capocci chiese al Comune un compenso per il suo impegno ed il consiglio di credenza decise che “per accrescimento del culto divino, et acciò la vertù della musica venghi aumentata, se diano al dettol don Alessandro Capocci mentre esercitarà il mastro di Cappella nella nostra chiesa Chatedrale di Terni scudi venti l’anno”. Fu anche previsto che se egli fosse stato chiamato dai Priori per feste e occasioni particolari “in honore delli gloriosi nostri Santi et Protettori” la corresponsione dei venti scudi sarebbe diventata semestrale.

Fonte: Lodovico Silvestri, “Antiche riformanze della Città di Terni”, A cura di Ermanno Ciocca- Ed. Thyrus, Terni, 1977